El Capistan by Strymon – alcune precisazioni

Attenzione, questo articolo non è una recensione del pedale, ma solo alcune informazioni per fare chiarezza. Il perchè lo scoprirete leggendo ..

Strymon El Capistan

Nel panorama mondiale del web non si fa che parlar bene di questo pedale e a giusta ragione. El Capistan è un ottimo prodotto di una ottima azienda : Strymon. Questo marchio ha deciso di concentrare i suoi sforzi sulle modulazioni e sui delay tralasciando la fetta di mercato riservata ad overdrive e distorsioni, accollandosi così un notevole grado di difficoltà : è più semplice fare overdrive e distorsioni che delay, chorus , vibe , ecc…

Alcuni credono che EL Capistan sia il fratellino minore del Timeline ( delay digitale sempre di casa Strymon ) ma non è così. Il Timeline, è un vero Delay digitale, mentre El Capistan è un simulatore di Echo a nastro ( Tape Echo ).

E’ un punto che ci tengo tantissimo a sottolineare perchè alcuni pensano che tutto ciò che produce delle ripetizioni, si chiami delay. Il punto è che non si tratta solo di nomenclatura, ma di differenze sostanziali nel suono.
I delay producono delle ripetizioni , proprio come i Tape Echo producono ripetizioni, ma la resa di queste è molto diversa . Non si tratta di cercare un meglio o un peggio, ognuna ha un suo campo di azione dove si muove meglio ed entrambe sono ottime soluzioni, tutto sta in che tipo di suono si va cercando.

I due nomi illustri che subito sovvengono quando si parla di delay sono Gilmour e The Edge , sicuramente tra i più emulati in assoluto.
Il primo , malgrado nella carriera abbia usato di tutto e di più , probabilmente è più emulabile attraverso un Tape Echo , specie per i suoni degli inizi; il secondo è più facile emularlo con un delay digitale, proprio perchè ne ha fatto largo abuso specie agli inizi carriera.
Due prodotti, due nomi , due suoni … simili, sì, ma non uguali.

Perchè di tutte queste premesse ? Per poter spiegare che quando acquistate un El Capistan non acquistate un Delay, ma un Echo tape; non acquistate tanto il “the edge sound” ma più il primo “david gilmour sound” .

Questo è il motivo, secondo chi scrive, del fatto che si trovino nel mercato dell’usato moltissimi El Capistan nuovi o nuovissimi: perchè chi lo ha comprato credeva di aver comprato un delay ed ha un suono in mente, mentre in realtà ha acquistato un suono differente che forse a causa della giovane età, oppure per la musica che ascolta, non ha mai sentito e dunque non ha nel cuore nè nelle orecchie e quindi non sa gestire nè ama . Tutti ne parlano bene, lo definiscono “delay” e dunque chi cerca un delay lo acquista serenamente… poi però si accorge che non riesce a riprodurre fino in fondo il suono che cercava , che ha regolazioni che non usa e che ne cerca altre che non ci sono .
Chiudo la premessa con un chiarimento : non sto parlando male di El Capistan, lo sto solo collocando al giusto posto, dove nessuno lo mette; così facendo però si va creando confusione e delusione in coloro che lo acquistano.

La recensione vera e propria a quando potrò avere la videocamera … nel frattempo potete farvi un’idea di cosa realmente sia questo pedale dal suo bel MANUALE .

Diteci la vostra opinione nel FORUM .

Vu 🙂

Vu-meter Written by:

Ha collaborato in ambiti musicali e multimediali a livello professionale. Amministratore del portale e del forum di Jamble. Insegna chitarra ed armonia con lezioni private e/o via zoom, google meet, skype, ecc...