Legni per Chitarra: loro importanza e criteri per la loro scelta by David76

Per quanto l’argomento possa sembrare soggettivo e anche se a detta di alcuni il tipo di legno non influisce più di tanto sul sound, questo non è del tutto esatto.

Vediamo il perchè e come possiamo dimostrarlo:

E’ certissimo che pickup (e naturalmente corde) determinano la maggior parte della timbrica, tuttavia gli esperti sostengono che anche il legno abbia una certa importanza.

La chitarra è un corpo vibrante la cui vibrazione viene attivata dalle corde, ma le corde subiscono a loro volta un “ritorno” da parte dell’intero strumento, che infine trasmettono ai pickup.

Ragionando per assurdo si ha che: ad esempio, se fosse vero che il suono dipende esclusivamente dai pickup, non avrebbe senso usare una semiacustica che, a parità di pickup, dovrebbe suonare “esattamente” come una solid body, mentre sappiamo bene che il suono delle semiacustiche è riconoscibilissimo.

Solitamente una chitarra elettrica non è mai costruita con un unico tipo di legno, generalmente liutai e grandi case produttrici prediligono l’impiego di diversi legni su ogni singolo strumento, da impiegare sulle varie parti. Ad esempio un legno robusto e resistente per manico e paletta che devono sopportare la tensione delle corde (acero frassino e ontano), un legno morbido e scorrevole per la tastiera, così da dare al chitarrista la sensazione che il manico sia fruibile e scorrevole al tocco (il più comunemente usato è il palissandro)…..

Continua a leggere l’articolo nel forum : CLICCA

Vu-meter Written by:

Ha collaborato in ambiti musicali e multimediali a livello professionale. Amministratore del portale e del forum di Jamble. Insegna chitarra ed armonia con lezioni private e/o via zoom, google meet, skype, ecc...