Telecaster : un aiuto per orientarsi nella scelta del modello

Avete mai sognato di avere tra le braccia quelle belle forme sinuose e poterle stringere al proprio corpo?
A che state pensando ? alla collega dell’ ufficio amministrazione? alla compagna di scuola ? all’amica dell’ amica ?

 

Puff ! sogno interrotto .. io sto parlando di chitarre elettriche e nello specifico della Telecaster .

FENDER TELECASTER '52 REISSUE

Dire Telecaster in effetti al giorno d’oggi non significa poi molto , se non indicare con assoluta precisione una forma geometrica di quel particolare strumento , disegnato e prodotto da decenni da Fender e poi copiato in migliaia di altre “salse” da molti produttori di chitarre elettriche in tutto il mondo. Anche rimandendo all’ interno di casa Fender , le Telecaster prodotte ad oggi sono davvero di tantissimi tipi, con sonorità davvero varie. Chi dunque si avvicina a questa chitarra per amore del suo aspetto estetico talvolta resta un pò disorientato. Una bella mattina , avendo tempo a disposizione, sono andato a provarne un pò. Vi cito un pò di risultati .

Premessa : quando parlo di Telecaster, data la mia veneranda età, ho in mente un determinato suono ed anche un determinato tipo di manico. Le considerazioni che farò saranno pertanto orientate in quella direzione e basate esclusivamente sui miei gusti, per cui non sono “la verità”, che è ben altro…

Comunque, ho tempo e ne provo un pò .. Sinceramente ne ho provati moltissimi modelli , ve ne cito soltanto alcune che mi hanno colpito in senso positivo o negativo.

Standard Telecaster: la tele “economica”.
Produzione di discreta qualità, le finiture forse non saranno quelle delle sorellone maggiori, ma l’ho trovata in linea con i prezzi. Un pò “snaturata” dai tasti Medium Jumbo; già mi sei antipatica .. però il manico è a C , come piace a me … Il suono sinceramente un pò troppo cristallino e tagliente per i miei gusti.. ‘nein’.. sotto un’altra.

Classic ’50: una vera Telecaster. Produzione “economica” ma ben fatta. Mi è piaciuta moltissimo, molto più della Classic ’60 ( non sono un’ estimatore del manico in palissandro ), che ho trovato più scura e meno squillante. Manico comodo e scorrevole; profilo a C e tasti Vintage (finalmente..). Non male davvero , il prezzo è un pò più alto, ma io sono più felice..

Classic Player Baja: una tele particolare, diversa. Si discosta dalla tradizione, manico a V, tasti medium jumbo… Non mi convince .. ( questo non significa che per altri non possa essere la chitarra della vita ) , comunque io la rimetto giù.

Telecaster ’52: lei , l’inarrivabile.
Sono commosso: questa è la Tele che vorrei in tutto e per tutto, comodità , manico , tasti, suono, aspetto esteriore. Il profilo a C del manico mi permette più forza perchè poggio tutto il palmo anzichè solo una parte. I tasti vintage sono comodi, forse perchè ci sono abituato. Il suono è quello : freddo e distaccato al ponte (un pò snob .. ) , con selettore al centro nasale ma non troppo ( basta un chorus e senti Mike Stern … ma dov’è ? ), al ponte caldo ed avvolgente, tondo ( i maligni stanno pensando ” proprio come chi scrive” .. argh ..). Basta poco e m’innamoro .. due frasi marce e mi già mi vedo contornato da altri musicisti vestiti come pinguini , immersi in un locale fumoso di New York .. Mi sveglio, guardo il prezzo e la depongo, un pò demoralizzato.

Telecaster Thinline ’72: una vecchia conoscenza.
Conosco questa meraviglia, ne sono un felice possessore.
“E allora perchè la provi ?”
“Così, ho tempo da perdere ..”
Mi piace, perbacco se mi piace. Il suono legnoso di questi humbucker la pone proprio al centro tra le classiche solid body e una semiacustica. Produzione messicana, sì, però è davvero bella; le finiture mi sembrano perfette. Continuo a suonare ed il manico è splendido , il più grasso provato finora.. Il sound è Jazzy in tutte e tre le posizioni. Sembra davvero un fiato, un ottone. Se si gioca con il potenziometro del tono si ottengono delle sonorità incredibili. Humbucker al ponte e potenziometro dei toni tutto chiuso : suoni una tromba con sordina. Sposto il selettore alla seconda posizione e apro a metà il tono: ora è una tromba. Sposto ancora il selettore per l’ humbucker al manico e apro tutto il tono: ladies and gentlemen , ecco a voi un sassofono .
Va bè , ma sei ancora lì ? Ma se ce l’hai a casa … Metti giù , dai!

Infine , “uscendo dal seminato” vedo molte altre tele appese come salami, però in un altro reparto.. Sono della Squier ( brand di casa Fender che rappresenta la linea più economica della casa madre ). Ho sentito parlare bene di alcuni modelli, provo anche questa , dai .. perchè prendi proprio quella lì ? Perchè qui c’è scritto ’50 ..

Squier Classic Vibe ’50 Telecaster: la Tele per tutti.
Sarà anche economica, ma mentre la guardo non le trovo un difetto, anzi, mi sembra fatta davvero bene. La verniciatura bianca trasparente che lascia intravedere il legno è stupenda. Ha tutto al posto giusto.. attacchiamola, dai.
Suona bene, certo non è la più grassa e corpulenta sorella di casa Fender , ma alla faccia del bicarbonato di sodio! Non costa certo come le sorelle blasonate , ma ha davvero tutto. Bel look , finiture buone ed un sound Telecaster davvero. Peccato i tasti medium jumbo e il radius “alto” (9.5″); però mi fa un’ ottima impressione. Se vuoi una tele mentre il tuo conto corrente piange e si dispera cercando di impietosirti, e vuoi starlo a sentire, questa è la Tele giusta.

Considerazioni finali : come ho detto all’inizio le considerazioni fatte si basano soltanto sul mio gusto e sull’idea che ho della Telecaster, sel tutto personale. L’ elenco non è certo esaustivo dei modelli di produzione di casa Fender e/o Squier , che ne producono una quantità di tiologie immensa. Quindi , non prendetele per oro colato , sono solo impressioni che spero possano aiutare qualcuno nella scelta .
Tenete presente che la prima cosa è provare personalmente. Se possibile con un amplificatore che conoscete; l’ideale è con quello che possedete già.

Vi lascio un saluto con la speranza di aver fatto un minimo cosa gradita a chi vorrebbe scegliere una Tele, ma non riesce ad orientarsi nella moltitudine dei modelli .

Diteci la vostra sul FORUM.

Vu 🙂

Vu-meter Written by:

Ha collaborato in ambiti musicali e multimediali a livello professionale. Amministratore del portale e del forum di Jamble. Insegna chitarra ed armonia con lezioni private e/o via zoom, google meet, skype, ecc...