Epiphone ES 339 : breve recensione

Spesso, e direi ovviamente, dedichiamo la nostra attenzione agli strumenti più prestigiosi e li guardiamo con la bava alla bocca. A volte pero’ anche strumenti meno esoterici riescono a dare delle gran belle soddisfazioni e spero questo piccolo contributo possa essere utile a qualcuno. 🙂

Visto che in questi giorni sono a casa in malattia approfitto per tediarvi con un altro topic. 😉

Epiphone ES 339, acqusitata nel 2012 a metà con mio figlio in occasione della promozione della terza media ha ricevuto prima le cure di un buon liutaio con il settaggio generale e con la sostituzione del capotasto e poi quelle del buon Luca Villani di I-Spira che ha sostituito i pickup originali con i suoi Paf Replica e sistemato il wiring, treble bleed compreso.

Il costo dello strumento di € 285,00 è circa raddoppiato dopo i trattamenti in SPA.

Epiphone ES 339

Queste le caratteristiche generali del modello originale:

Body:
Reduced size Laminated maple body with solid center block

Neck
Neck Mahogany
Neck Profile SlimTaper™ D Profile
Neck Joint Glued-in mortise and tenon
Truss Rod Adjustable
Scale 24.75”
Nut 1.68”
Fingerboard Ppearloid dot inlays
Fingerboard Radius 12”
Frets 22 medium jumbo

Pickups
Neck Pickup Alnico Classic PRO™
Bridge Pickup Alnico Classic PRO™
Controls Neck Pickup volume with push/pull coil-splitting, Bridge Pickup volume with push/pull coil-splitting, Neck Pickup tone, Bridge pickup tone

Details
Hardware nickel
Binding Fingerboard and body 1-ply (cream)
Bridge LockTone™ Tune-o-matic
Tailpiece LockTone™ Stopbar
Machine Heads Epiphone “Deluxe” 18:1 ratio
Weight 3,520 Kg

Lo strumento chiaramente non è una 339 di mamma Gibson ma per moltissimi appassionati puo’ rappresentare una soluzione abbordabile e di ottima soddisfazione, il manico è confortevole ed il sostegno non è niente male. Le meccaniche sono le rodate Grover de Luxe, solito problemino con il Sol che si risolve parecchio sostituendo il capotasto.
I pick up sono splittabili, caratteristica che ho mantenuto anche dopo la sostituzione degli stessi e la tavolozza sonora a disposizione è di conseguenza parecchio ampia. Suonava bene anche con i suoi pickup originali ma ora, grazie agli I-Spira Paf Replica suona, secondo la mia personale opinione, davvero alla grande.
Dinamica, rotonda.

Sono davvero soddisfatto, alla fine è lo strumento che, assieme alla telecaster, suono di più.
Ho letto di una tendenza alla ruggine delle parti in metallo, a me dopo cinque anni non è ancora accaduto nulla.

Il sample qui sotto vuole, oltre che annoiarvi per un paio di minuti appena abbondanti, dare un idea di alcuni dei timbri ottenibili con questo strumento.

Semplicemente un piccolo test, null’altro.

Qualche altra fotina non fa mai male, credo.

Epiphone ES 339

Epiphone ES 339

Epiphone ES 339

Epiphone ES 339

Epiphone ES 339

Epiphone ES 339

Il link al forum, dove potrete dire la vostra :

Epiphone ES 339

MAX

Max Maz Written by:

Max è un musicista con grande gusto ed una particolare ricerca del suono raffinata, vellutata. Amante del blues e del jazz non disdegna altri generi ed anzi, ha dato prova della sua abilità nell'immedesimarsi con efficacia in mondi differenti, distinguendosi per raffinatezza e stile.