Xvive U2 – sistema wireless per chitarra e/o basso mini recensione

 
xvive u2 wireless systemOggi vorrei parlarvi dell’ Xvive U2 : sistema wireless per chitarra e/o basso. Il sistema è molto semplice : è composto da due oggettini di cui uno è il trasmettitore ( che va collegato alla chitarra ) e un ricevitore ( che va collegato all’amplificatore o alla pedalboard )

 

PERCHE’ L’ XVIVE U2

Tra i tanti in commercio, ho scelto questo per due motivi : il prezzo non eccessivo ( ce ne sono di più economici ma non mi sono fidato ) e il fatto che gli oggettini possano ripiegarsi. Avendo una Telecaster, avevo timore che se avessi acquistato uno di quelli che non si possono ripiegare, il peso dell’oggetto lo avrebbe potuto far sfilare e cadere a terra, mentre con l’U2, essendo possibile ripiegarlo su sè stesso, la cosa sarebbe stata un più improbabile. Anche sulla semiacustica in mio possesso (JSM-10), che ha il plugin frontale, mi piace di più l’idea di non avere una sorta di cannone proteso in avanti.

A parte queste quisquilie, devo dire che il sistema si è auto configurato in meno di due secondi: ho attaccato i due oggettini al posto giusto, accesi e …. dopo due brevi lampeggi, si è accesa la luce fissa, ad indicare che si erano rispettivamente “captati”. Tempo perso in configurazione ? 1 secondo e fa tutto da sè. Veloce ed automatico.

 

COME FUNZIONA


Altra nota positiva è che funziona benissimo. La latenza è impercettibile e ci si può spostare liberamente senza intoppi. Io in genere rompevo un cavo ogni 15 giorni perchè : o ci inciampavo, o lo calpestavo, oppure appoggiando la chitarra in giro, torcevo il cavo vicino al jack e ogni volta si spezzavano le saldature interne al jack e mi toccava ri-saldare ..
I due oggetti riescono a captarsi anche ad una certa distanza. La mancanza di segnale si fa sentire quando cercate di attraversare più di un muro. Io, a porta aperta sono riuscito ad andare a due stanze più in là ( a circa 8/10 m ) ma quando mi spostavo in modo da interporre dei muri, la cosa si faceva sentire. D’altra parte sono fatti per i palchi e non per i sottomarini, insomma … 🙂
In campo aperto, nessun problema, non saprei fino a che distanza, il produttore dichiara 30m.

 

MODIFICA IL SUONO?

Non so ancora rendermi conto di quanto intervenga sulla qualità del suono. Devo fare delle prove con il cambio Xvive/cavo più rapido possibile, magari facendomi dare una mano, per poter capire meglio, però, come primo approccio, non sembra apportare differenze significative, almeno al mio orecchio.

Alcune cose che ho notato:

– il ricevitore è molto sensibile alla posizione. Tocca tenerlo con la faccina dove sono i led verso il musicista. Se si mette al contrario , o anche solo “di taglio”, non capta bene. Il trasmettitore pare avere meno storie e lo si può ripiegare, chiudere e girare senza problemi.

– ho dovuto alzare un po’ le medie perchè ne aveva perse un po’. Non un mare, ma qualcosa aveva perso. Basse e alte invece sembrano rimanere uguali.

– il volume non sembra avere differenze. Volendo proprio cercare il pelo nell’uovo, con il cavo mi pare un filo più basso.

Altra cosa per me fantastica: niente più fischio a causa del condizionatore !! E sono MOLTO felice anche per questo.

 

DURATA DELLE BATTERIE

Non sono riuscito a tenere un vero e proprio diario di utilizzo da quando mi sono arrivati questi giochini per cui non ho dati certi sulla durata delle batterie in funzione (mi ripropongo di farlo in futuro), ma così, a lume di naso direi che la durata della carica di fabbrica sia stata di circa 5/6 ore. A me si è scaricato prima il ricevente. Ha iniziato a lampeggiare il led rosso e da quando ha iniziato a lampeggiare credo siano passati circa 15 minuti prima di spegnersi del tutto.

I due oggettini si caricano con un normale caricabatterie per smartphone e a corredo, nella scatola si trova un cavo usb ad Y , che permette di ricaricare gli oggetti in simultanea. La ricarica, da batteria completamente scarica, si effettua in 1 ora e mezza. Inoltre, i due oggettini segnalano l’avvenuta carica ( si spegne la spia rossa ) per cui non si rischia di perdere troppo tempo lasciandoli in carica quando non occorre più.

 

INTERFERENZE ?

Altra cosa positiva : siccome usano il sistema wireless classico della telefonia e dei router, qualcuno potrebbe pensare che interferiscano con i normali router o modem di casa. La mia esperienza dice il contrario. Oltre ad avere comunque 4 possibili canali di comunicazione, a me funzionano benissimo pur lasciando il canale pre-settato dalla fabbrica e malgrado stia utilizzando gli oggetti MOLTO vicino ( circa 50 cm in linea d’aria ) da ben 3 router wifi.

 

CONCLUSIONI

Ce li ho solo da pochi giorni, ma per ora sono molto contento per cui, li consiglierei.

Vi lascio, come di consueto, il link al forum, dove fare due chiacchiere : Xvive u2 – sistema wireless per chitarra e basso
 
 
 

Vu-meter Written by:

Ha collaborato, in passato, in ambiti musicali e multimediali a livello professionale. Amministratore del portale e del forum di Jamble. Ha insegnato per anni chitarra ed armonia con lezioni private e/o via skype.