Loop Station come attenuatore: suono valvolare a livelli da cameretta

Ragazzi, ho scoperto l’acqua calda, ma per me è una cosa grandiosa!

Parto dall’inizio … stamattina avevo un po’ di tempo e mi sono messo a giocare con il mio ampli, il routing, ecc.. ed è salta fuori una cosa importante : una loop station, collegata a dovere, può fare da attenuatore e permetterti di alzare fino al massimo il tuo ampli (io l’ho fatto con il mio Twin 100w) e portarlo a volumi da cameretta, ma con un suono STREPITOSO, da grande palco. Vi spiego come ho fatto io..

Il ROUTING

Come già detto, io ho un Twin Amp (notoriamente troppo potente per un appartamento e perfino per un palco piccolo o un club) che eroga fino a 100w di potenza. A questo collego, nel classico ingresso IN, una mini pedaliera composta da 4 overdrive per tutti i gusti, diciamo (Dumbal Drive, Ckk Gambler, Boss SD-1, Griffindor (clone Zendrive modificato). Nel loop effetti invece (send/return) collego gli effetti di modulazione : un pitch fork, un delay, un riverbero ed infine, una loop station.

Sia il volume del canale clean che quello degli altri due canali (malgrado io sia fortunato perché vivo isolato), lo tengo normalmente a 3 (se fossi in appartamento, forse lo terrei a 2).

Mi sono accorto che il volume di uscita della Loop Station era piuttosto alto (circa ore 14) e abbassandolo, si abbassa NON solo il suono degli effetti, ma il volume generale. Nel mio caso, l’ampli ha anche uno switch nel retro per selezionare il guadagno del collegamento send/return e io l’ho settato al massimo : +2dbV.

Non so perché, ma se lo abbasso subentra del fruscio di fondo.

Ora, abbassando il volume della loop station ad ore 9, ho potuto alzare il volume dei canali del Twin, al massimo! Non vi dico la meraviglia di suono che esce: saturissimo e sporchissimo anche dal canale clean, a volumi bassissimi. Bellissimo! Non vi dico il canale 3, che è già in saturazione di suo; ci si fa del metal senza problemi. Certo, non è il suono che cerco io per cui mi sono messo a provare e ho trovato “la pace dei sensi” con, rispettivamente: l’amplificatore a volume 5 (che non distorce, ma satura e crea quella meravigliosa pasta tipica dei valvoloni belli caldi) e la loop station a ore 11:00 circa.

RISULTATO

Volume da appartamento, ma suono caldissimo e saturo. Un sogno.

Questo è un ampli che è bello di suo, ma sentirlo a volumi discreti, devo dire che è ancora più bello e davvero appagante.

CONSIGLIO FINALE

Se avete un ampli valvolare che abbia il loop effetti e suonate in cameretta, fate una prova collegando un effetto di modulazione con il controllo del volume e tenete basso il volume di quest’ultimo mentre alzate il volume dell’ampli. Una goduria! Il pedale perfetto per questo secondo me è proprio una loop station evoluta (io ho una JamMan Stereo) perché rimane sempre collegata ma non attiva. Se ad esempio collegate un chorus, tocca attivare il pedale per avere una riduzione del volume, mentre con un pedale come questo, si è sempre “sotto controllo del volume di output”.

Ovviamente, l’alternativa è dotarsi di un attenuatore vero e proprio..

Spero di essere stato chiaro. In caso contrario, chiedete pure senza problemi. Vi lascio il link al forum: CLICCA.

Vu-meter Written by:

Ha collaborato in ambiti musicali e multimediali a livello professionale. Amministratore del portale e del forum di Jamble. Insegna chitarra ed armonia con lezioni private e/o via zoom, google meet, skype, ecc...